Home » Recensione Asus Zenfone 4 Max (2017), smartphone che punta tutto sulla batteria
Recensioni Recensioni Smartphone

Recensione Asus Zenfone 4 Max (2017), smartphone che punta tutto sulla batteria

Asus Zenfone 4 Max

Giunta alla quarta generazione, la famiglia Zenfone ripropone un dispositivo molto interessante. Premettiamo che quest’anno i modelli sono davvero tanti: in aggiunta al classico Zenfone 4 abbiamo la versione Pro, la Selfie e la Selfie Pro, oltre alla configurazione Max di cui parliamo oggi. Asus cerca in questo modo di coprire tutte le fasce del mercato, con telefoni dedicati a pubblici con esigenze differenti.

Asus Zenfone 4 Max nasce per soddisfare le necessità di chi desidera un’autonomia sopra la media. È questa la sua peculiarità. Per il resto, infatti, non mostra prestazioni incredibili, ma piuttosto si presenta come un buon telefono di fascia media, con caratteristiche discrete in rapporto al prezzo.

Questo modello esce in 2 sottoconfigurazioni, che però variano di pochissimo l’una dall’altra. La principale differenza è l’ampiezza del display (5,2 e 5,5 pollici) con conseguente variazione di peso, dimensioni e capienza della batteria. Lievi differenze si riscontrano anche nell’hardware, ma si tratta di dettagli che non inficiano le prestazioni di queste 2 versioni.

Design e costruzione

Realizzato quasi interamente in alluminio, a esclusione di 2 bande sottili poste alle estremità, risulta costruito bene e solido al tatto. Certo non regge il confronto col modello di punta della serie Zenfone, ma si tratta di fasce di prezzo completamente diverse. La batteria in entrambe le versioni è estremamente grande, ma questo non influisce troppo sullo spessore: 8,7 cm per il modello da 5,2 pollici e 9,7 per quello da 5,5. Stessa cosa per il peso, con i 156 grammi del più piccolo contro i 181 del fratello maggiore.

Identica la configurazione di tasti e porte. Davanti abbiamo il pulsante centrale con lettore di impronte integrato e circondato da 2 tasti touch. A destra il bilanciere del volume e il pulsante d’accensione, mentre a sinistra lo slot per sim e sd. In basso è presente lo speaker e l’ingresso USB tradizionale, quindi non in versione Type-C. Dietro, infine, troviamo la doppia fotocamera con led flash.

LEGGI ANCHE: Recensione Asus Zenfone 4, smartphone dall’ottima autonomia

Display

Discreto il display, ma niente di più. I colori sono abbastanza fedeli anche se gli angoli di visione non sono il massimo. Ma soprattutto, la definizione dell’immagine non regge il confronto con la media della concorrenza. I 2 pannelli, che si differenziano l’uno dall’altro solo per le dimensioni, hanno una risoluzione di 1280 x 720 pixel, un po’ bassa in confronto a quella Full Hd che rappresenta ormai lo standard.

Software

Come per gli altri membri della famiglia Zenfone 4, anche su Asus Zenfone 4 Max è presente l’interfaccia grafica ZenUI 4.0, personalizzazione operata da Asus di Android Nougat 7.1. Il sistema funziona abbastanza bene, senza eccessivi intoppi e con buona fluidità. Inoltre, elemento che farà piacere a molti, Asus ha deciso di eliminare molte delle app preinstallate nei propri telefoni che avevano lo spiacevole effetto di rallentarli un po’.

Fotocamera

Un aspetto su cui Asus ha deciso di non scendere a compromessi è la fotocamera, mantenendo anche su Zenfone 4 Max il doppio sensore. Il primo, da 13 Mp è il principale mentre l’altro, da 5 Mp, simula un obiettivo grandangolare, fornendo quindi spazio e profondità agli scatti. Buoni i risultati in generale, grazie anche a un software migliorato e reso più completo rispetto al passato.

Comparto audio e gaming

Audio nella media per questo smartphone dotato di un singolo speaker posto in basso. Il volume c’è, ma la resa delle frequenze non è troppo fedele.

Non male il gaming, grazie a processore e GPU abbastanza buoni. Certo, in alcuni casi, per giocare al meglio, sarà necessario abbassare il livello dei dettagli grafici.

Batteria e consumi

Eccoci a quello che rappresenta il top di questo smartphone: l’autonomia. Il modello da 5,2 pollici monta una batteria da 4200 mAh mentre la versione più grande da 5000 mAh, per compensare i maggiori consumi dello schermo. In entrambi i casi, si raggiungono con tranquillità le 2 giornate di utilizzo, ma si va anche oltre con un uso non troppo intenso del device. In aggiunta, grazie al cavo OTG fornito in dotazione, si potrà sfruttare la funzione di ricarica inversa e usarlo come powerbank per altri device.

Prezzo e conclusioni

229 euro per la versione da 5,2 pollici e 279 euro per quella da 5,5: questi i prezzi dei 2 modelli al momento dell’uscita. Rispetto a ciò che offrono, ci sembrano senz’altro interessanti.

Questo smartphone ti ha conquistato? Dai un’occhiata alle nostre offerte online per Asus Zenfone 4 Max!

Pro

  • Materiali costruttivi di pregio
  • Batteria da record e funzione powerbank
  • Discreto processore
  • Spessore contenuto nonostante la batteria

Contro

  • Display sotto la media
  • Audio non troppo definito
  • Porta USB non Type-C
Summary
Review Date
Reviewed Item
Asus Zenfone 4 Max
Author Rating
51star1star1star1star1star