Home » Cercare lavoro su LinkedIn: 8 errori da evitare per la foto del profilo
Consigli Guide

Cercare lavoro su LinkedIn: 8 errori da evitare per la foto del profilo

Ecco gli errori da evitare nella scelta della foto da caricare sul proprio profilo LinkedIn prima di candidarsi a un’offerta di lavoro.

Cercare lavoro via web è facile, così come è facile cadere in errore proprio perchè a volte si sottovalutano alcuni aspetti importanti. Un esempio? La giusta foto foto profilo su LinkedIn, il social network per eccelenza per candidarsi cercare e candidarsi a un’offerta di lavoro.

Il sito UK BusinessInsider ha stilato una lista dove vengono spiegati gli otto errori da evitare quando si usa LinkedIn per la ricerca di un lavoro, ricordando che la prima impressione, soprattutto se si decide di candidarsi per un lavoro via web, è importantissima.

Gli otto punti elencanti dal sito inglese si basano sui dati di una ricerca, dove è emerso che i recluiter di un’azienda sono costretti spesso a rifiutare candidature proprio perchè la foto profilo scelta dal candidato non è in linea con la politica aziendale per quel determinato ruolo.

Ecco gli otto errori da evitare se si decide di candidarsi per un’offerta di lavoro via LinkedIN:

il vecchietto: non si mette una foto vecchia di dieci anni fa come foto del profilo di LinkedIn, anche se è la nostra preferita, i reclutatori vogliono vedere come siete adesso

il festaiolo: tutti amiamo uscire e divertirci, ma le foto delle nostre sbornie o feste non vanno bene per il profilo di LinkedIn, non è il posto giusto dove postarle

l’ombra: va bene le foto artistiche, ma se tutto quello che vedono di noi i potenziali reclutatori e clienti è una romantica ombra su un bel panorama, difficilmente ci prenderanno in considerazione

lo scapolo: dovete attirare potenziali datori di lavoro e clienti, non futuri compagni di vita, LinkedIn non è un sito di incontri, quindi evitate foto scattate per attirare partner

il corrucciato: cercate di mettere una foto dove avete un’espressione serena, distaccata e professionale. Un viso corrucciato o con strane smorfie non attira datori di lavoro

l’amante degli animali: a meno di non essere un veterinario, la foto con il vostro cane o gatto non dà di voi un aspetto professionale

il selfie: quelli lasciateli per Instagram, il vedervi in una foto con braccio allungato per scattare un selfie dà di voi un’immagine da dilettanti su LinkedIn

la silhouette vuota: scegliere di non mettere nessuna foto vi fa perdere punti, non siete credibili agli occhi di un datore di lavoro

Segui Yeppon ovunque