Home » Come scoprire se qualcuno vi ha bloccato su WhatsApp
Consigli Guide

Come scoprire se qualcuno vi ha bloccato su WhatsApp

Ecco alcuni accorgimenti per scoprire se un contatto vi ha bloccato sull’app di messaggistica più utilizzata al mondo

Un ex fidanzato o un amico non rispondono o non visualizzano più i vostri messaggi su WhatsApp? Esistono dei segnali ben precisi per capire se un vostro contatto presente nell’app di instant-messaging vi ha bloccato.

Partiamo dalla foto profilo: Cercate in “Contatti” la persona che desiderate controllare per capire se vi ha bloccati o meno su WhatsApp. Nel caso in cui non sarà possibile vedere la sua foto profilo vorrà dire che al 99% che siete stati bloccati. L’1% è riferito al fatto che l’utente magari non ha deciso di inserire una foto profilo.

Ecco altri indicatori che vi faranni capire se siete stati bloccati:

  • non vedete più l’ultimo accesso o lo stato online di un contatto nella schermata delle chat. E’ vero che anche chi non vi ha bloccato può comunque disattivare queste due funzioni, ma se si associa anche la mancanza di foto profilo…
  • accanto ad ogni messaggio inviato ad un contatto che vi ha bloccato ci sarà sempre un solo segno di spunta (messaggio inviato) e non comparirà mai il secondo segno di spunta (messaggio consegnato). Per maggiori informazioni sui segni di spunta, leggi questo articolo
  • le chiamate o video chiamate che provate ad effettuare su quel numero non andranno a buon fine

Se riscontrate la presenza di tutti questi indicatori per un determinato contatto, ciò potrebbe significare che questa persona vi ha bloccato. Ricordiamo che attualmente l’applicazione di messaggistica istantanea non permette di scoprire se qualcuno ha deciso di non ricevere più i nostri messaggi.

Intanto l’app continua ad aggiornarsi e a lanciare, quindi, grandi novità. E’ in fase di test, infatti, l’integrazione delle Stories pubblicate su WhatsApp anche per gli altri sue social network di proprietà di Mark Zuckerberg: Instagram e Facebook.

Con il prossimo aggiornamento dell’app dovrebbe quindi arrivare la funzione che permette di condividere le Stories sulle altre due piattaforme (e viceversa). Visto che al momento WhatsApp conta una media di 300 milioni di Stories pubblicate giornalmente dai propri utenti, l’integrazione non potrà altro che portare benefici e un numero in crescita per le Stories stesse.

LEGGI ANCHE: Smartphone, Tv, Elettrodomestici e altro ancora: scopri le offerte della settimana YEPPON!