Home » Facebook lancia le clip vocali come status: come funzionano
Consigli Curiosità Guide

Facebook lancia le clip vocali come status: come funzionano

Facebook si aggiorna e sta per lanciare una nuova funzione per gli aggiornamenti di stato: le clip vocali.

Il celebre social network blu continua ad aggiornarsi e dopo aver rivoluzionato il News Feed – dove ora post di amici e parenti sono messi in primo piano rispetto ai contenuti pubblicati da Pagine, Media e gruppi – è in fase di test una nuova e importante funzione.

Stiamo parlando del debutto sulla piattaforma delle Voice Clip  (Clip Vocali), una nuova feauture che va ad arricchire il menu degli aggiornamenti di stato, che fra poche settimane verrà lanciata ufficialmente sulla piattaforma.

Come riportato dal sito TechCrunch, questa nuova funzione è già attiva in India dopo un periodo di test effettuati su alcuni utenti selezionati da Facebook, prima del lancio ufficiale. Lo scopo del social network di Facebook è quello di offrire agli iscritti un nuovo strumento per spingere a condividere più contenuti che non si basano solo su testi scritti o link che rimandano ad articoli pubblicati da Pagine o Media.

LEGGI ANCHE: Scopri tutte le offerte YEPPON su tutti i modelli iPhone e accessori Apple!

Come attivare la nuova funzione CLIP VOCALI

Non appena verrà rilasciato l’aggiornamento, per accedere accedere alle Clip Vocali è davero semplice: bisogna selezionare Aggiungi clip vocale dal menu a tendina presente nell’aggiornamento di stato e avviare la registrazione (Foto in alto).

Una volta registrata la clip, infine, è possibile riascoltarla (ma senza poterla modificare) prima di condividerla sul proprio profilo. Gli utenti che desiderano ascoltate la clip pubblicata da un proprio amico devono semplicemente cliccare sul tasto Play.

LEGGI ANCHE PROFUMI E FRAGRANZE DEI GRANDI BRAND: SCOPRI  I “PREZZI SCONTATI” DEI PRODOTTI IN PRONTA CONSEGNA SU YEPPON!

Facebook spinge i propri utenti a creare contenuti originali, ma dimentica che in questo modo (e dopo il “taglio” effettuato ai contenuti pubblicati dalle Pagine) la piattaforma rischia di diventare un contenitore “leggero” più adatto magari ai Millenial che agli adulti.