Home » Recensione Fitbit Surge: dopo tre anni è ancora un buon affare
Android Recensioni Recensioni Smartwatch

Recensione Fitbit Surge: dopo tre anni è ancora un buon affare

Fitbit Surge

Nel 2015 il celebre brand Fitbit decide di rinnovare la sua offerta per quanto riguardava gli smartwatch. Il risultato fu l’arrivo sul mercato di Fitbit Surge, elegante fitness tracker dotato di touchscreen e di un comparto hardware di tutto rispetto. Se pensate che a tre anni di distanza non abbia più niente da dire, potreste sbagliarvi. Sicuramente ne è passata di acqua sotto i ponti, ma questo modello rappresenta ancora un’ottima occasione, specie considerando gli sconti online.

Design e materiali

Nel complesso il design di Fitbit Surge è molto gradevole. Il problema però sono le dimensioni dello smartwatch: difficilmente vi dimenticherete di averlo al polso, dato che è abbastanza ingombrante. Inoltre ciò va a discapito dell’estetica complessiva, lavorando un po’ di più sui dettagli si sarebbe potuto ottenere un modello decisamente più elegante.
Buono invece il cinturino in gomma, resistente e flessibile, non dà fastidio alla pelle e non si impiglia nei vestiti. In compenso attira un bel po’ di sporco, caratteristica tipica dei bracciali in gomma. Non che sia un problema, comunque, data la facilità con cui lo si può pulire.
Il corpo invece è composto prevalentemente in metallo, mentre il display è un pannello LCD touchscreen Transflective, in bianco e nero. La luminosità è molto buona, si riesce a usare Fitbit Surge all’aperto senza problemi anche con una luce intensa. Lo schermo inoltre è dotato di retroilluminazione, che però si attiva solo se necessario, cosa che comporta un notevole risparmio di energia. L’attivazione del display non è tramite movimento, ma passa da un tap sul touchscreen.
Infine, all’interno della confezione, oltre al device, troverete un cavetto USB con porta proprietaria da utilizzare per la ricarica. Presente anche il manuale con le istruzioni.

LEGGI ANCHE: Recensione Fitbit flex 2: un fitness tracker base ma impermeabile

Hardware

La parte hardware del Fitbit Surge è di buon livello, nonostante sia uscito tre anni fa. I sensori presenti sono molti e quindi anche l’analisi della vostra attività fisica sarà molto ricca e dettagliata. Il fitness tracker è dotato di accelerometro, altimetro, giroscopio, GPS e persino di bussola. Non si può non citare infine il sensore di battito cardiaco, che è sempre in funzione e permette un monitoraggio costante.
Va detto che il PGS è un po’ lento all’attivazione, ma a parte questo funziona molto bene.
Oltre alla navigazione tramite touchscreen, potrete anche svolgere alcune operazioni tramite alcuni tasti fisici posizionati su un lato dello smartwatch.

Software

Tutta la parte software di Fitbit Surge è ben sviluppata, dai menu alla creazione dei report sulla vostra attività fisica. I grafici sono dettagliati e facili da consultare. Potrete tenere traccia dei passi, dei chilometri percorsi, delle calorie bruciate, numero di rampe di scale fatte e persino del vostro battito cardiaco in tempo reale. Infine potrete anche vedere la quantità di liquidi bevuti e di cibo mangiato.
Il tracciamento dei vari tipi di attività fisica può essere avviato premendo il tasto a lato dello smartwatch. Sul display vi verranno mostrati tutti i dati in tempo reale.
Potrete sempre collegare smartphone o tablet a Fitbit Surge, approfittando del Bluetooth e dell’app dedicata, per consultare uno storico dei vostri allenamenti.
L’app dedicata è stata sviluppata per i sistemi operativi più diffusi, quindi Android, iOS e Windows Phone. La user experience è molto buona, riuscirete a impostare le varie opzioni di configurazione senza problemi. La sincronizzazione dei dati è abbastanza rapida.
Infine, lo smartwatch vi dà la possibilità di impostare la sveglia tramite vibrazione. Fitbit Surge è anche in grado di monitorare la qualità del vostro sonno, analizzandone le varie fasi.
La pecca più evidente riguarda le notifiche: potrete visualizzare dallo smartwatch solo l’arrivo di chiamate telefoniche e gli SMS.

Autonomia

Fitbit Surge vi garantisce un’autonomia di 5 giorni circa, quindi perfettamente in linea con quelli di alti prodotti simili.

Conclusioni

Se volete tracciare la vostra attività fisica con uno smartwatch a un prezzo conveniente, benché non recente, allora potreste trovare interessante l’acquisto di Fitbit Surge. I sensori sono precisi, i tipi di tracciamento sono molti e lo schermo è touch. L’età si vede nella limitata gestione delle notifiche.

Pro

  • Buon rapporto qualità prezzo
  • Buona parte hardware
  • Touchscreen

Contro

  • Un po’ ingombrante
  • Notifiche limitate
Summary
Review Date
Reviewed Item
Fitbit Surge
Author Rating
41star1star1star1stargray
Tags