Home » Recensione Fujifilm Instax Mini 70: fotografia istantanea di qualità
Recensioni Recensioni Fotocamere

Recensione Fujifilm Instax Mini 70: fotografia istantanea di qualità

Fujifilm Instax Mini 70

La categoria di macchine istantanee di Fujifilm si amplia grazie a questa Instax Mini 70, un prodotto che aggiunge diverse funzioni interessanti rispetto ai modelli base della casa giapponese. Intanto, è d’obbligo una premessa. Siamo di fronte ad un tipo di fotografia che ha ben poco da spartire con quella digitale. Il funzionamento di questo modello è in tutto e per tutto, analogico. È presente un blocco di pellicole da inserire sul retro e, subito dopo lo scatto, vedremo uscire da una fessura in alto la nostra foto. Un concetto che trova nelle Polaroid la propria origine e che, negli ultimi anni, sta tornando in auge grazie a queste macchine istantanee.

La Fujifilm Instax Mini 70 è, per prima cosa, un oggetto divertente, adatto a situazioni conviviali, durante le quali lo scatto appena effettuato viene mostrato e condiviso. Anche l’aspetto denota in modo chiaro questo tipo di propensione giocosa. Abbiamo, infatti, una macchina dai colori accesi, dalle forme rotonde, morbide e accattivanti. Nulla a che vedere con una reflex digitale, questo è evidente. Ma il prezzo a cui viene venduta già è una dichiarazione d’intenti. Pur non essendo la più economica in circolazione, con poco più di 100 euro la portiamo a casa. Nel complesso, comunque, la qualità è discreta e, nonostante i limiti intrinseci, ci ha stupito.

Design e costruzione

Rispetto ai modelli entry-level del produttore giapponese, la Fujifilm Instax Mini 70 offre qualcosa in più in termini di design. O meglio, offre qualcosa di differente. Intanto, la macchina è più compatta, leggera e mostra linee più eleganti. A livello costruttivo appare molto ben fatta e, per quanto i materiali utilizzati siano plastici, ci è sembrata particolarmente solida. Davvero ricca la rosa delle colorazioni fra cui possiamo scegliere: abbiamo il bianco, il nero, il giallo, il rosso, il grigio ed il celeste.

La struttura dei tasti rimane molto simile ai modelli più economici di Fujifilm ma qualcosa di nuovo è stato introdotto. L’obiettivo posto frontalmente occupa uno spazio maggiore ed è dotato di un piccolo specchio sul davanti che ci aiuterà nei selfie. Un po’ più in alto trova posto il tasto d’accensione e, salendo ancora, il flash (che è sempre in funzione), il sensore per l’esposizione ed il mirino. Nella parte superiore, invece, abbiamo una fessura rettangolare allungata dalla quale usciranno le foto appena realizzate.

Le vere novità, però, sono dietro. Infatti, sopra al classico vano per le pellicole da 46×62 cm, abbiamo 4 tasti ed un piccolo display. Quest’ultimo, a cristalli liquidi e monocromatico, terrà il conto delle foto ancora da scattare. Inoltre, ci segnalerà la modalità di scatto che stiamo usando. I 4 tasti servono, rispettivamente, ad accendere la macchina, attivare la modalità selfie, il timer e scegliere fra 4 differenti tipi di esposizione. Sempre sul retro abbiamo il vano per le 2 batterie CR2 che garantiscono circa 10 rullini di autonomia, una durata non proprio entusiasmante.

LEGGI ANCHE: Recensione Fujifilm Instax Mini 9: macchina istantanea molto divertente

Semplicità e velocità sono le parole d’ordine della Fujifilm Instax Mini 70. Dallo scatto allo sviluppo della foto passano circa 2 minuti. Da notare, però, che abbiamo varie modalità fra cui scegliere. Il tasto mode ci offre 4 funzioni: Macro, Paesaggio, Flash per scatti in controluce e Hi-key, un sistema di compensazione dell’immagine per foto particolarmente luminose. Con gli altri 2 tasti, infine, attiviamo la modalità selfie oppure il timer per l’autoscatto. Grazie ad una buona reattività generale e a queste impostazioni, i risultati appaiono buoni, le immagini sono colorate e ben esposte, peccando solo un po’ di definizione.

Prezzo e conclusioni

In vendita a circa 130 euro, una macchina del genere può essere affiancata ad una digitale tradizionale per essere utilizzata in contesti diversi. In tal senso, un prezzo del genere giustifica anche un acquisto volto a sperimentare un modo alternativo di fare fotografia. Il costo delle pellicole, però, non è proprio contenuto: parliamo, infatti, di 1 euro a foto.

Se ti vuoi cimentare con la fotografia analogica di Fujifilm Instax Mini 70, vai su Yeppon.it e scopri tutte le offerte!

Fujifilm Instax Mini 70: pro

  • Design elegante e originale
  • Solida e resistente agli urti
  • Diverse modalità di scatto fra cui scegliere
  • Prezzo interessante

Fujifilm Instax Mini 70: contro

  • Pellicole non proprio economiche
  • Flash sempre attivo
  • Autonomia poco entusiasmante

 

Summary
Review Date
Reviewed Item
Fujifilm Instax Mini 70
Author Rating
41star1star1star1stargray