Home » FujiFilm Instax Mini 8: recensione tecnica e opinioni
Recensioni Recensioni Fotocamere

FujiFilm Instax Mini 8: recensione tecnica e opinioni

FujiFilm Instax Mini 8

Il concept alla base di FujiFilm Instax Mini 8 non è lo stesso delle fotocamere digitali. Le differenze sono tante, a partire dalla presenza della pellicola e dal funzionamento simile a quello di una Polaroid. La macchina va caricata con cartucce contenenti 10 pellicole monouso, fattore che sposta l’accento sull’istantaneità dello scatto più che sulla ricerca di quello perfetto attraverso la ripetizione di tentativi.

Si tratta quindi di un approccio alla fotografia completamente differente rispetto a quello proprio delle macchine digitali, che non lascia spazio a molteplici regolazioni, ma predilige il concetto di “punta e scatta“, il tutto con una facilità estrema. Le impostazioni sono poche e, nella maggior parte dei casi, è la macchina stessa a scegliere quella migliore in ogni circostanza.

Esteticamente può sembrare quasi un giocattolo per via del design insolito. La grande varietà di colori e i materiali costruttivi spingono questo prodotto verso un target giovane e trendy, senza troppe pretese e con la voglia di rivedere subito gli scatti realizzati. Comunque, considerando il prezzo e le prestazioni generali, la qualità delle foto non è affatto male.

Costruzione e design

Realizzata completamente in plastica, la FujiFilm Instax Mini 8 presenta un’insolita forma quadrangolare quando l’obiettivo è chiuso, per via dello spazio necessario a inserire le pellicole. Offre, comunque, una buona sensazione di solidità e si rivela piacevole al tatto.

Esce di fabbrica in ben 7 colorazioni, fra cui ricordiamo il rosa, l’azzurro e il giallo pastello, fattore che denota ancora meglio il target a cui si rivolge. Non ci sono touchscreen o infinite regolazioni, in coerenza con lo spirito della macchina.

Sulla parte frontale troviamo l’obiettivo che viene fuori schiacciando l’apposito bottone, il pulsante di scatto, il flash, i sensori di luminosità e i led delle funzioni automatiche di scatto. Sul retro campeggia il grande vano per i blocchi di pellicole con sopra l’indicatore numerico delle foto scattate e più in alto il mirino. Sotto la macchina è presente il vano per le pile che, tra parentesi, offrono una notevole autonomia. Infine, la parte superiore è tutta occupata dalla fessura per l’uscita delle foto.

LEGGI ANCHE: Le migliori fotocamere digitali per ogni esigenza

Componenti

Questa fotocamera è decisamente più spartana di qualsiasi altra digitale. Ha poco senso parlare di caratteristiche e prestazioni, ma va raccontata per quello che è, un prodotto divertente e giovane. Le impostazioni di scatto sono davvero poche e vengono gestite bene dalla macchina, anche se è comunque possibile intervenire manualmente su alcune funzioni.

Merita una menzione a parte il discorso relativo alle pellicole. Se, infatti, la macchina ha un costo abbastanza contenuto, non vale la stessa cosa per i film, venduti in blocchi da 10. Parliamo, infatti, di circa 10 euro a pacchetto, elemento che influirà molto sul numero di scatti che potremo realizzare. In ogni caso, cambiare le pellicole è facile e veloce, senza il rischio di esporle alla luce e quindi rovinarle.

Obiettivo FujiFilm Instax Mini 8

Modalità di scatto

Praticità e immediatezza sono le parole chiave di questa macchina. Basta, infatti, estrarre l’obiettivo, puntare, scattare e attendere l’uscita della foto. La tecnologia ci aiuta poco e non è presente neanche la funzione di autofocus. Comunque, le regolazioni automatiche sono ben realizzate e, una volta aperto l’obiettivo, la macchina si metterà da sola nella modalità più adatta, scegliendo fra 5 disponibili: interno, nuvoloso, soleggiato, molto soleggiato e High Key, ovvero ambiente molto scuro. Potremo, comunque, intervenire manualmente qualora non fossimo soddisfatti della scelta automatica semplicemente ruotando l’obiettivo.

Gli scatti, nel complesso, sono buoni, soprattutto in esterno. Le immagini sono molto dettagliate e presentano i classici colori morbidi in stile Polaroid. Negli interni o in ambienti molto cupi le cose cambiano e la buona riuscita dello scatto è meno frequente.

Prezzo e conclusioni

La macchina in sé costa circa 85 euro, un prezzo decisamente basso. Purtroppo le pellicole non sono a buon mercato, fattore che tarperà un po’ le ali a chi desidera scattare molte foto.

Il fascino vintage di questo modello ti ha conquistato? Scopri le nostre offerte online per la FujiFilm Instax Mini 8!

FujiFilm Instax Mini 8: pro

  • Design originale
  • Tante colorazioni disponibili
  • Pratica e veloce da usare
  • Scatti buoni con luminosità elevata

FujiFilm Instax Mini 8: contro

  • Costo elevato della pellicola
  • Manca l’autofocus
  • Risultati scarsi con poca luce
Summary
Review Date
Reviewed Item
FujiFilm Instax Mini 8
Author Rating
41star1star1star1stargray