Home » Recensione Huawei Mate 10: top di gamma 2017 della casa cinese
Recensioni Recensioni Smartphone

Recensione Huawei Mate 10: top di gamma 2017 della casa cinese

Huawei Mate 10

I top di gamma di casa Huawei per il 2017 sono ben 2. Huawei Mate 10, di cui vi parliamo oggi, e la versione Pro. Entrambi gli smartphone appaiono molto completi e offrono ottime prestazioni. Si caratterizzano, inoltre, per particolari funzionalità di cui vi andremo a parlare. Nel recensire il Mate 10, terremo sempre un occhio puntato sul fratello maggiore, in modo da capire bene in cosa si differenzino i 2 device.

La parte hardware è praticamente identica ed entrambi i telefoni montano il potentissimo processore Hisilicon Kirin 970, coadiuvato dalla GPU Mali G72. Si tratta di un chip davvero performante, che garantisce velocità e fluidità a ogni applicazione. Huawei Mate 10 differisce, invece, per quantitativo di ram disponibile nonché di memoria interna. La prima è da 4 Gb contro i 6 del fratello, la seconda da 64 Gb contro 128. Rispetto al modello Pro, però, la memoria di Mate 10 è espandibile tramite una scheda sd.

Design e costruzione

Molto curato nel design e decisamente bello: così appare lo smartphone a un primo sguardo. È realizzato in vetro e presenta sul retro una banda lucida in corrispondenza del comparto fotografico. Il vetro del display è stondato sui lati e questo lo rende anche abbastanza maneggevole. Rispetto a Mate 10 Pro è un po’ più spesso e più pesante: parliamo di 8,2 mm e 186 grammi. Ciò che manca qui è la certificazione IP67 contro i danni arrecati dall’immersione in acqua. In compenso, è presente il classico jack da 3,5 mm per le cuffie, assente nella versione Pro.

La parte frontale è completamente pulita. Non sono presenti né porte né comandi, ma vi troviamo solo il doppio speaker e i microfoni. Sul lato destro, poi, abbiamo il tasto d’accensione e il bilanciere del volume mentre a sinistra il vano per la scheda sim e la sd. Il retro è dominato dalla doppia fotocamera con dual led flash e, più in basso, dal sensore per le impronte digitali.

Display

Stranamente, i display dei 2 modelli sono praticamente identici per dimensioni. Lo schermo del Mate 10 misura 5,9 pollici contro i 6 del Pro. Cambia, invece, la risoluzione e ci accorgiamo con stupore crescente che quella della versione base è maggiore. Ma la qualità del pannello è decisamente diversa. Qui abbiamo un display IPS davvero buono, ma che non può rivaleggiare col pannello AMOLED del modello Pro.

Software

Dal punto di vista del sistema operativo, monta Android 8.0 Oreo, personalizzato da Huawei con la propria interfaccia EMUI 8. Fluidità e responsività sono assicurate dal software collaudato e dall’ottimo hardware. Le novità, però, non mancano. Parliamo, in particolare, delle funzioni offerte dal processore NPU, un chip dedicato interamente all’apprendimento automatico da parte del device delle nostre abitudini, con lo scopo di aiutarci nelle operazioni di tutti i giorni. Si tratta di una tecnologia ancora acerba, ma che vanta un gran potenziale ancora da sviluppare. Interessante anche la possibilità di collegare Mate 10 a un monitor e utilizzarlo attraverso tastiera e mouse Bluetooth.

Fotocamera

Molto curato il comparto fotografico che può contare sull’illustre partnership di Huawei con lo storico marchio Leica nella realizzazione delle lenti. Sul retro, abbiamo un doppio sensore (da 20 a 12 Mp) con apertura focale f/1.6. L’obiettivo con maggiore risoluzione è dedicato agli scatti in bianco e nero mentre l’altro a quelli a colori. Mixando i 2 sensori, si ottengono ottimi scatti, molto dettagliati e dai colori decisamente brillanti. Unica pecca, con poca luce, la fotocamera fatica un po’.

Comparto audio e gaming

L’audio è buono e i 2 speaker presenti offrono un discreto effetto stereo. Purtroppo, non garantiscono lo stesso volume e, tenendo il telefono in orizzontale si sentirà una certa disparità di potenza.

Veramente niente da dire per ciò che riguarda il gaming, esaltato da un hardware potente e da un bel display. Il tutto è decisamente fluido e non abbiamo mai riscontrato rallentamenti.

Batteria e consumi

L’autonomia si assesta su livelli medi, non eccelle né si comporta male. La batteria da 4000 mAh garantisce fino a 2 giorni di utilizzo, ma solo se molto moderato.

Prezzo e conclusioni

Huawei Mate 10 costa circa 700 euro, 150 in meno rispetto al fratello maggiore. Le differenze ci sono, ma non sono così evidenti. Si tratta, quindi, di un buon rapporto fra prezzo e prestazioni.

Vuoi saperne di più su questo modello? Scopri le nostre offerte per Huawei Mate 10 e altri smartphone!

Pro

  • Bel design e materiali di pregio
  • Hardware al top
  • Display molto buono
  • Fotocamera doppia interessante

Contro

  • Manca certificazione IP67
  • Uno speaker è più potente dell’altro
  • Scatti poco convincenti con scarsa luce
Summary
Review Date
Reviewed Item
Huawei Mate 10
Author Rating
41star1star1star1stargray