Home » Recensione di LG G6: smartphone dal display rivoluzionario
Recensioni Recensioni Smartphone

Recensione di LG G6: smartphone dal display rivoluzionario

lg g6

Con il nuovo top di gamma G6, LG punta sull’innovazione. Questo modello è infatti molto diverso sia da quelli degli altri competitor sia dal precedente G5. La parola d’ordine qui è “phablet”, e infatti LG G6 ha stupito tutti proprio per questa sua caratteristica innovativa già durante l’MWC 2017 di Barcellona.

Unboxing

La confezione del nuovo G6 è esteticamente graziosa. Al suo interno contiene un alimentatore 9V/1.8A, un cavo USB-USB Type-C e anche un paio di cuffie.

Design ed ergonomia

LG G6 si presenta con un design rinnovato: gli angoli della scocca sono arrotondati, le due fotocamere (anteriore e posteriore) sono integrate e allineate nella parte posteriore dello schermo, protette dal Corning® Gorilla® Glass di quinta generazione, che ne assicura la resistenza ai danni.

I due materiali principali sono ancora una volta vetro e metallo: il vetro sulla parte posteriore è leggermente curvo e, oltre alle già citate fotocamere, include anche il tasto di accensione e il lettore di impronte. Nonostante le dimensioni è leggero e maneggevole, con una buona ergonomia.

Display

La caratteristica del nuovo top di gamma LG che al MWC ha lasciato tutti a bocca aperta è indubbiamente il formato insolito del display. Lo schermo IPS da 5,7 pollici ha una risoluzione QHD+ (2880 x 1440 pixel) e un originale formato 18:9. Secondo LG questo formato è in grado di guidare meglio l’occhio dell’utente nella fruizione dei contenuti multimediali, dai testi alla navigazione, dalle immagini ai video.

Lo schermo occupa il 90% della superficie dello smartphone e si caratterizza anche per i suoi angoli stondati. Buona la luminosità automatica e anche la taratura dei colori, che non possono essere variati. Altra caratteristica degna di nota è il supporto di Dolby Vision, quindi HDR10, e la modalità Always-On Display che facilita la visione di notifiche e orario. Notevole anche la presenza della “vista confort” che non affatica gli occhi durante la lettura serale.

Display LG G6

Fotocamera

L’altro aspetto del G6 di LG che più salta all’occhio, dopo il display, è la sua doppia fotocamera. Entrambe sono da 13 MP, ma quella principale è munita di stabilizzatore ottico dell’immagine e possiede un’apertura di ƒ/1.8, mentre quella secondaria è un grandangolare con apertura ƒ/2.4. Questa tecnologia permette quindi un’ampia visuale e vi consente di catturare per intero i panorami. L’unica pecca è l’assenza della stabilizzazione e dell’autofocus.

Il software che gestisce le fotocamere completa il quadro, con tutta una serie di funzionalità per sfruttare le potenzialità dello schermo a 18:9 e dare vita a scatti creativi (per esempio potrete fare piccoli fotomontaggi “in diretta”) da condividere sui social.

Fotocamera LG G6

LEGGI ANCHE: Recensione completa Huawei P10

Hardware e connettività

Per la parte hardware, LG ha puntato su Snapdragon 821 quad core da 2,35 GHz, una delle migliori CPU attualmente in circolazione. Ottimo anche il processore grafico Adreno 530, che assieme a ben 4 GB di RAM e a 32 GB di memoria conferma la raffinatezza tecnologica di tutta la parte hardware. Se 32 GB di spazio vi sembrano pochi, potete sempre espanderli grazie all’uso di una scheda microSD.

Possiamo dire che la connettività di LG G6 sia a 360°: LTE 600 Mbps, Wi-Fi ac a doppia banda e Bluetooth 4.2. Non mancano tutte le altre funzionalità utili, come NFC, GPS assistito da GLONASS, radio FM e lettore di impronte digitali sul retro, rapido e preciso.

Sistema operativo

Sul fronte del sistema operativo il G6 si presenta aggiornatissimo, infatti troverete installata l’ultima versione di Android, ossia Nougat (7.0). Rinnovata anche l’interfaccia grafica LG UX 6.0, che rispetto alla versione precedente ha ottimizzato la user experience riguardo in particolare lo sfruttamento del form factor.

Interessante la presenza dell’interfaccia doppia, che assieme alle dimensioni dello schermo, favorisce il multitasking.

Naturalmente è possibile personalizzare le modalità più comuni, come lo sfondo, la barra di navigazione e opzioni veloci per il lock screen.

Presenti anche tutta una serie di impostazioni Wi-Fi e Bluetooth che si collegano ad altri apparecchi LG (lavatrici, stereo ecc) per creare una vera e propria smart home.

Batteria

LG G6 ha puntato su una buona batteria da 3300 mAh, ma ha dovuto sacrificare la possibilità di rimuoverla per ottenere la certificazione IP68 contro liquidi e polvere. L’autonomia però è più che buona, si arriva a fine giornata senza problemi e, se l’uso è accorto, la batteria può arrivare anche al giorno dopo. Particolarmente apprezzata la presenza di accorgimenti per ridurre il rischio di surriscaldamento, come la cover leggermente rialzata dai componenti, al fine di consentire una buona areazione.

Conclusione

Il G6 è un vero top di gamma, in grado di rivaleggiare degnamente coi prodotti di altri grandi brand, come Samsung. Il prezzo naturalmente è quello di uno smartphone di alto livello, ma considerando quanto offre ne vale la pena.

Scopri ora le nostre offerte per il nuovo LG G6!