Home » Recensione Meizu M5c: prestazioni soddisfacenti e prezzo aggressivo
Recensioni Recensioni Smartphone

Recensione Meizu M5c: prestazioni soddisfacenti e prezzo aggressivo

Meizu M5c

Fra le case cinesi specializzate in smartphone, Meizu è fra le più attive, producendo tanti modelli ogni anno e ampliando progressivamente il proprio bacino d’utenza. Il successo di questa azienda è dovuto principalmente ad un rapporto qualità-prezzo davvero interessante dei propri device. Ne è un esempio il Meizu M5c, telefono economico ma caratterizzato da buone funzionalità ed un aspetto costruttivo per nulla cheap. Pur non brillando per originalità del design, lo smartphone appare leggero e ben bilanciato. Discreto anche il display che pecca solo nella scarsa luminosità. L’autonomia è decisamente sopra la media così come la qualità degli scatti che, a tratti, risulta sorprendente.

L’hardware è di fascia bassa ma risulta abbastanza adeguato. Abbiamo un processore Mediatek MT6737 a muovere il tutto, coadiuvato dalla meno performante GPU Mali T720 MP1. La memoria ram ammonta a 2 Gb mentre lo spazio interno per l’archiviazione a 16, chiaramente espandibile tramite SD.

Design e costruzione

Dire che gli smartphone cinesi non abbiano personalità a livello estetico può sembrare un luogo comune. Ma in questo caso l’affermazione è più che calzante. Siamo di fronte, infatti, ad un telefono dalle linee gradevoli ma dal design decisamente già visto e molto simile a tanti altri modelli. Ciò non toglie che sia ben costruito e solido, nonostante la scocca in plastica. Il peso è davvero contenuto: parliamo di soli 135 grammi. Unitamente all’elevata compattezza, è un fattore che lo rende comodo da tenere in tasca e anche molto ergonomico.

Sul fianco destro trovano posto il tasto d’accensione e il bilanciere per gestire il volume. Dall’altro lato abbiamo, invece, gli slot per aggiungere ulteriore memoria in forma di scheda SD oppure una scheda SIM. Da notare che, se opteremo per fare a meno della SD, potremo inserire una seconda SIM. Frontalmente, poi, è presente un tasto fisico che supporta le gesture ma non prevede un lettore di impronte digitali integrato. In alto abbiamo il jack audio mentre in basso l’ingresso USB e lo speaker. Infine, sul retro, trova posto la fotocamera principale con dual-led flash.

Display

Discreto il display IPS da 5 pollici del Meizu M5c, per quanto la risoluzione sia soltanto HD. La gamma dei colori è buona e risulta più che sufficiente anche la resa dei contrasti. Reattiva la luminosità automatica anche se, purtroppo, quella generala è un po’ scarsa, fattore che diventa problematico sotto la luce diretta del sole.

LEGGI ANCHE: Recensione Meizu M5s: best-buy per qualità e prezzo

Software

Android è fermo alla versione 6 Marshmallow ma è pesantemente personalizzato tramite l’interfaccia Flyme 6 di Meizu, una delle più funzionali e ricche in circolazione. Curata nel design e molto colorata, ci offre tante possibilità di interazione con sfondi, app e struttura generale del telefono. Inoltre, sono presenti vari strumenti per ottimizzare il dispositivo e la durata della batteria. Il tutto appare sempre sufficientemente fluido, anche se l’apertura delle app risulta un po’ lenta.

Fotocamera

Il sensore frontale dedicato ai selfie è da 5 Mp ma, nonostante la risoluzione povera, assicura scatti notevoli. A stupire di più, però, è il sensore posteriore da 8 Mp che, in condizioni di luce abbondante, è decisamente sopra la media in termini qualitativi. Gli scatti appaiono definiti e colorati fin tanto che l’illuminazione è buona. Quando cala la luce, purtroppo, la qualità viene meno. Anche la messa a fuoco non è proprio brillante e lo scatto appare un po’ lento.

Comparto audio e gaming

L’audio è convincente se pensiamo alla fascia di prezzo del Meizu M5c. La resa delle frequenze non è certo fedele ma il volume non manca, soprattutto in vivavoce.

Se c’è un comparto in cui non ci ha soddisfatti, quello è proprio il gaming. I caricamenti sono eccessivamente lunghi ed il device soffre di lag fastidiosi.

Batteria e consumi

Soddisfacente l’autonomia che, grazie alla batteria da 3000 mAh, ci porterà sempre a fine giornata con un po’ di carica residua.

Prezzo e conclusioni

Con un prezzo di circa 120 euro, non possiamo che consigliare questo modello che, pur con qualche difetto strutturale, regala un’esperienza d’uso appagante.

Scopri le nostre offerte per Meizu M5c e altri smartphone

Meizu M5c: pro

  • Solido e leggero
  • Buona fotocamera
  • Autonomia sopra la media
  • Prezzo conveniente

Meizu M5c: contro

  • Design anonimo
  • Luminosità del display al ribasso
  • Manca il lettore d’impronte digitali
  • Apertura app lenta

 

 

Summary
Review Date
Reviewed Item
Meizu M5c
Author Rating
41star1star1star1stargray