Home » Recensione Red Dead Redemption: il fascino del vecchio west in un videogioco invecchiato bene
Recensioni

Recensione Red Dead Redemption: il fascino del vecchio west in un videogioco invecchiato bene

Red Dead Redemption

Nonostante sia uscito da quasi otto anni, Red Dead Redemption resta uno dei videogiochi free roaming meglio riusciti, nonché uno dei titoli meglio realizzati dell’ultimo decennio. Perfettamente godibile ancora oggi, presenta un equilibrio perfetto tra ambientazione, trama, caratterizzazione dei personaggi e gameplay. Insomma dovrebbe essere preso a esempio anche dai titoli odierni.

Il vecchio West

La prima cosa che colpisce di Red Dead Redemption è l’ambientazione originale per un gioco action-adventure. Sono pochissimi infatti i videogame di successo ambientati nel selvaggio West, all’inizio del ‘900. Questo titolo però è riuscito a riprodurlo fedelmente, con una dovizia di particolari che portano l’immersione dello spettatore nel videogame a un altro livello.
Il territorio di gioco, suddiviso in tre parti, viene sbloccato a mano a mano che si prosegue con la storia principale, che vede i suoi protagonisti rappresentati graficamente con delle lettere sulla mappa. naturalmente, essendo un gioco free roaming, non manca la possibilità di circolare liberamente per la mappa e raccogliere le missioni secondarie. Resterete sorpresi dalla varietà delle side quest, che vanno dai duelli, alle ronde notturne per scovare ladri di bestiame, passando per il lavoro del cacciatore di taglie. Non mancano neppure le damigelle in pericolo da salvare.
Il paesaggio naturalistico è riprodotto in modo molto fedele e comprende canyon , deserti, foreste e naturalmente villaggi. Questi ultimi rappresentano un piccolo capolavoro per il livello di dettaglio che ci sta dietro.

LEGGI ANCHE: Recensione Monster Hunter World: comincia la caccia su PS4 e Xbox

Trama a e personaggio

Il protagonista di Red Dead Redemption è John Marston, una sorta di Robin Hood del selvaggio West che nella vita ha fatto un po’ di tutto. La sua banda però si disgrega per via di una serie di scelte sbagliate e lui finisce a vagabondare tra un’avventura e l’altra. Per cercare di rivedere i suoi vecchi compagni e la sua famiglia, decide di mettersi al servizio del governo.
Nei panni di Marston vi ritroverete quindi a viaggiare al confine tra New Austin e il Messico, svolgendo incarichi di vario genere che vi porteranno fino al raggiungimento del vostro obiettivo. La caratterizzazione dei personaggi è uno dei punti di forza del gioco e si esprime tramite dialoghi ricchi e ben interpretati. Il doppiaggio italiano non è presente, ma potrete seguire agilmente il discorso per mezzo dei sottotitoli nella nostra lingua.
Non mancano poi una serie di mini giochi pensati per aumentare la longevità di Red Dead Redemption. C’è praticamente di tutto: classiche partite a poker nei saloon, lancio del ferro di cavallo, black jack e molto altro. Oltre a far divertire in sé, questi giochi permettono di far guadagnare soldi al personaggio e quindi permettergli di comprarsi nuove armi, proiettili, vestiti e così via.
Rockstar San Diego, la software house che ha prodotto il gioco, ha saputo creare un equilibrio perfetto tra tutte le possibilità di divertimento offerte da Red Dead Redemption. I tempi morti sono ridotti e sono presenti alcuni elementi casuali che potete trovare anche nei giochi di ruolo: per esempio, se decidete di accamparvi per trascorrere la notte all’aperto, potreste essere assaliti da un branco di lupi.
Ottimo anche il sistema di salvataggio a checkpoint, pensato per alleggerire anche le missioni più lunghe e far sì che non risultino noiose.
Ogni passaggio da un settore della mappa all’altra inoltre vi offre sempre qualcosa di diverso: non solo nuove missioni e nuove ambientazioni, ma anche nuove armi e gadget.
Ultimo particolare da non sottovalutare: potrete richiamare il vostro fedele destriero semplicemente fischiando.

Longevità

La durata di Red Dead Redemption è approsimativamente di 35-40 ore, quindi garantisce un divertimento di diversi giorni. Sarebbe stato bello avere qualche ora in più, ma considerando gli standard dei videogiochi action / avventura bisogna dire che è al di sopra della media. Certo, potreste anche impiegare solo una ventina di ore per finirlo, ma così non godreste i dialoghi, l’ambientazione e la trama.

Conclusioni

Red Dead Redemption è ancora un gioco che sa tenere testa ai titoli di nuova generazione, nonostante sia uscito da ormai otto anni.

Scopri Red Dead Redemption e altri giochi per Xbox360, Xbox One, Ps4 e Ps3 su Yeppon.it

Pro

  • Ambientazione spettacolare
  • Gameplay pratico e funzionale
  • Personaggi molto caratterizzati

Contro

  • Grafica ormai superata
Summary
Review Date
Reviewed Item
Red Dead Redemption
Author Rating
51star1star1star1star1star

Sonia Rosso