Home » Recensione Sony RX100 V: ultima generazione della regina delle compatte
Recensioni Recensioni Fotocamere

Recensione Sony RX100 V: ultima generazione della regina delle compatte

Sony RX100 V

Uscita da qualche mese, la RX100 V è l’ultima nata della fortunata serie di compatte superzoom Sony. Già i modelli precedenti avevano mostrato quanto una macchina così piccola potesse essere sorprendente. La quinta generazione non fa che proseguire lungo un percorso di miglioramento costante, senza però stravolgere granché il rodato format. Obiettivo e sensore sono gli elementi che hanno decretato il successo della macchina, ai quali si è andato ad aggiungere, strada facendo, il fantastico mirino a scomparsa Zeiss. Un buon display ed un menù ricco di funzionalità completano il quadro. Peccato solo per la batteria, davvero inadeguata rispetto alle altre caratteristiche di questo modello e, soprattutto, al prezzo per nulla abbordabile.

Design e costruzione

Dalla prima generazione di RX100 non è cambiato molto in termini di design, se si esclude l’aggiunta del mirino estraibile nella terza incarnazione della macchina. Le linee sono pulite e decisamente minimal, buona la parte costruttiva con una scocca in metallo resistente e solida. Il peso di 299 grammi è davvero contenuto e la rende perfetta per essere portata in giro con praticità. Uno degli aspetti che, però, non ha convinto appieno fin dalla prima generazione, riguarda l’ergonomia che appare sacrificata. Risulta difficile trovare una posizione comoda per tenerla in mano ed in questo non aiuta per niente l’elevata scivolosità dell’alluminio. Per fortuna, una volta aperto l’obiettivo, potremo usarlo per migliorare la presa. Sul lato superiore troviamo il mirino ed il flash estraibili che, quando è spenta, si nascondono alla perfezione nel corpo. A fianco, abbiamo il tasto d’accensione, quello di scatto e la ghiera dei programmai. Sul retro, accanto al grande display da 3 pollici, trovano posto i comandi per accedere al menù.

LEGGI ANCHE: Recensione Sony RX100 III: compatta dal cuore premium

Componenti

Sensore da un pollice di grande qualità, obiettivo Zeiss dalla notevole flessibilità, mirino integrato ad elevata definizione e largo display basculante. Questi i componenti principali della RX100 V, tutti di qualità e che contribuiscono ad assicurare foto belle in ogni frangente. Ma andiamo per ordine. Il sensore CMOS EXMOR RS di ultima generazione permette di scattare foto fino a 20,1 Mp mentre l’obiettivo Zeiss Vario Sonnar 24-70 si presta a molteplici utilizzi. Inoltre, sono stati aggiunti 5 zoom preselezionati per una più veloce regolazione. Il mirino, anch’esso Zeiss, ha un display OLED e ci permette di confrontare in tempo reale l’area inquadrata con la restante che vediamo a occhio nudo. Tale soluzione si mostra particolarmente efficace per confrontare gli eventuali effetti aggiunti alla foto con l’immagine al naturale. Infine, il display da 3 pollici ruota di 180 gradi e si rivela ottimo nei selfie. Inoltre, è dotato di grande risoluzione e luminosità abbondante. Solo il flash risulta un po’ sotto la media perché dotato di scarso raggio d’azione.

Modalità di scatto e qualità video

Una delle aggiunte più importanti di questa generazione è l’AF Fast Hybrid, un autofocus a 315 punti ad alta precisione che troviamo anche nella bridge RX10. Risulta velocissimo nella messa a fuoco tanto che, accendere e scattare, richiede circa un secondo. Grazie al mirino efficace e ad una comoda disposizione dei comandi, si scatta con piacere e questo ci fa dimenticare la non perfetta ergonomia della macchina. Il processore d’immagine BIONZ X fa il resto, elaborando gli scatti in modo rapido e corretto e assicurando scarso rumore anche ad alti livelli ISO. Interessante anche la modalità raffica che ci regala 24 scatti al minuto fino a 150 totali. La risoluzione dei video arriva fino a UHD e l’efficiente stabilizzazione dell’immagine ci permette di ottenere risultati professionali.

Connettività

La connettività è stata molto curata da Sony, tramite l’implementazione dell’app PlayMemories per inviare le foto al nostro smartphone o usare quest’ultimo per il controllo remoto della macchina. Tutto questo passa attraverso l’ottimo modulo Wi-Fi oppure l’NFC.

LEGGI ANCHE: Recensione Sony RX100 IV: superzoom che regala scatti ottimi

Prezzo e conclusioni

Il prezzo della RX100 V si aggira intorno ai 1000 euro che, per una compatta, pare una cifra spropositata. Però, la qualità costruttiva e tecnologica del modello, ne giustificano il costo elevato.

Sony RX100 V: pro

  • Compatta e leggera
  • Componenti di grande qualità
  • AF eccezionale
  • Software d’immagine efficace

Sony RX100 V: contro

  • Ergonomia poco curata
  • Batteria non estraibile
  • Autonomia non all’altezza
  • Flash a corto raggio
Summary
Review Date
Reviewed Item
Sony RX100 V
Author Rating
31star1star1stargraygray