Home » “Truffa Amazon” via mail e WhatsApp: cosa bisogna sapere
Consigli Guide

“Truffa Amazon” via mail e WhatsApp: cosa bisogna sapere

Il popolare sito di acquisti online è completamente estraneo alla truffa che avviene via mail o WhatsApp. Ecco cosa bisogna sapere

Sta girando da qualche settimana via mail e WhatsApp una nuova truffa che sfrutta il nome di Amazon, il noto sito di acquisti online, che ha più o meno il seguente oggetto: “Ha vinto un buono acquisto di Amazon del valore di 1000 euro”.

Innanzitutto è bene specificare che Amazon è completamente estraneo alla truffa.

La truffa – nata esclusivamente per ottenere i dati sensibili dell’utente e il numero della carta di credito con annesso CVC –  è stata segnalata da diversi utenti della pagina Facebook gestita dalla Polizia Postale “Una vita da social”.

“Lo scorso mese di giugno – recita la mail truffa firmata da una certa Serena del supporto tecnico Amazon – le abbiamo comunicato che avrebbe potuto vincere un buono acquisto per Amazon del valore di 1000 euro. Abbiamo notato che non è stato richiesto il premio in questione, non è più interessato?“.

Il messaggio termina con un invito a cliccare su un link per convalidare nuovamente i dati personali: ed è proprio nel cliccare su quel link che scatta la truffa. Ma cosa bisogna fare?

LEGGI: Nuovi LG Oled TV a prezzi davvero imbattibili su Yeppon!

Di seguito presentiamo la linea-guida pubblicata sul sito ufficiale Amazon per identificare facilmente una mail non ufficiale del noto marchio.

Identificare e-mail non provenienti da Amazon

Non aprite allegati contenuti in tali e-mail, e non cliccare su link all’interno del messaggio. Se avete già aperto l’allegato o cliccato su un link, visitate pagina di aiuto Amazon –> Proteggi il tuo sistema.

E-mail fraudolente contengono spesso:

  • Conferma di un ordine per un ordine non effettuato, o un documento allegato con una conferma di un ordine per un articolo non acquistato.Nota: Accedi a I miei ordini per controllare i tuoi ordini recenti. Se non trovi l’ordine descritto nel messaggio ricevuto, il messaggio non proviene da Amazon.Amazon non include mai allegati nelle e-mail di conferma ordine.
  • Richieste per la tua password Amazon, o altri dati sensibili. codice fiscale o partita IVA, numero di carta di credito, codice PIN, codice di sicurezza della carta di credito (inclusi “aggiornamenti” per questi dati), cognome della madre.Nota: Amazon non ti chiederà mai di fornire informazioni personali via e-mail.
  • Richieste di aggiornamento dei tuoi metodi di pagamento.via e-mail. Le nostre e-mail includono istruzioni su come verificare le informazioni presenti nel tuo account attraverso il sito Amazon.it.Nota: Accedi a Il mio accounte clicca suGestisci i tuoi metodi di pagamentonella sezioneModalità di pagamento. Se quando accedi non ti viene richiesto di aggiornare i tuoi metodi di pagamento sullo schermo, l’e-mail che hai ricevuto non proviene da Amazon.Ti ricordiamo di effettuare i pagamenti relativi a ordini Marketplace solo attraverso il sito Amazon. Ti invitiamo a segnalarci eventuali comunicazioni che contengano un invito ad effettuare pagamenti al di fuori del sito Amazon.it.
  • Link a siti che appaiono simili ad Amazon.Nota: Nota: Link a siti non fraudolenti avranno un punto prima di “amazon.it”. Ad esempio, un sito come “pagamenti-amazon.it” non è un sito Amazon. Inoltre, non utilizziamo mai indirizzi IP (sequenze di numeri) come link, ad esempio “http://123.456.789.123/amazon.it/“.
  • Allegati o installazioni software.
  • Errori grammaticali o di battitura.
  • Indirizzi e-mail costruiti in modo tale da sembrare indirizzi Amazon.

 

 

 

 

Guido Chierchia

Content editor, blogger, social media specialist