Home » Recensione Wiko Harry: rapporto qualità-prezzo molto interessante
Recensioni Recensioni Smartphone

Recensione Wiko Harry: rapporto qualità-prezzo molto interessante

wiko harry

Wiko si distingue da sempre per la qualità dei propri smartphone di fascia media e bassa, limitandosi a qualche rara incursione nel terreno dei top di gamma. Il modello di cui vi parliamo oggi rappresenta al meglio l’identità del marchio francese, trattandosi di un telefono dal costo molto contenuto e dalle discrete caratteristiche. Ottimo, quindi, il rapporto fra prezzo e prestazioni, con alcuni dettagli davvero interessanti. Pensiamo alla batteria removibile e alla cover in metallo. Purtroppo, sono presenti anche alcune criticità, in parte giustificate dal prezzo contenuto. Parliamo, soprattutto, dell’assenza di un lettore di impronte e dell’autonomia troppo al ribasso.

Non male il comparto hardware che vede protagonista il buon processore Cortex A7 quad-core in abbinamento alla GPU Mali T720. La memoria ram è da 3 Gb mentre quella interna da 16, espandibili fino a 128. Infine, non dimentichiamo che si tratta di un device dual sim.

Offerta online per Wiko Harry!

Design e costruzione

Esteticamente, ci ha convinto. Siamo ad anni luce di distanza dal design che va per la maggiore al momento, ovvero cornici sottilissime e display in formato 18/9. Ciò nonostante, grazie a linee eleganti ed alla cover removibile in metallo, lo smartphone fa la sua figura. Anche costruttivamente appare solido e non presenta evidenti scricchiolii. Peso e spessore non sono, però, fra i più contenuti: parliamo, rispettivamente, di 160 grammi e 9,15 mm.

Come accennato, non è presente un lettore di impronte digitali, mancanza che si fa sentire abbastanza. Sul retro abbiamo, quindi, il sensore principale della fotocamera singola e lo speaker che viene attutito ogni volta che poggiamo il telefono su una superficie piatta. Poi, sul fianco destro trovano posto i tasti per regolare il volume e quello per l’accensione. Il jack delle cuffie è in alto, a fianco dell’ingresso USB, posizione che rende il device scomodo da usare mentre è in ricarica. I vani per le schede SIM e SD, infine, sono accessibili togliendo la cover, operazione non proprio facile da eseguire.

Display

Buono in relazione alla fascia di prezzo, il display da 5 pollici è di tipo IPS e presenta una risoluzione HD. Non è certo il massimo in termini di resa cromatica ma va più che bene per un uso quotidiano senza troppe pretese. L’unica criticità che pesa un po’ di più riguarda la luminosità, troppo scarsa sotto la luce diretta del sole.

Software

Troviamo a bordo Android Nougat, praticamente in versione base. Sono pochissime le personalizzazioni di Wiko e questo rende il sistema abbastanza fluido e reattivo. Peccato per le troppe app preinstallate che, invece, vanno a produrre l’effetto opposto, ovvero qualche rallentamento sporadico. Consigliamo, quindi, di eliminarne un bel po’ al primo avvio.

Fotocamera

La fotocamera non eccelle e, anzi, è uno dei comparti meno soddisfacenti di questo Wiko Harry. Infatti, il sensore da 13 Mp posto sul retro ha qualche problema di messa a fuoco e l’esposizione risulta spesso sballata. Va più che bene per un utilizzo pratico ma, con questo smartphone, è meglio abbandonare la speranza di realizzare scatti di qualità. Paradossalmente, risulta migliore l’obiettivo da 5 Mp posto sulla parte frontale e dedicato ai selfie.

Comparto audio e gaming

La parte audio è un po’ penalizzata dalla posizione dello speaker che, trovandosi sul retro, verrà ovattato ogni qual volta poggeremo lo smartphone. Per il resto, la qualità non è male ed il volume è abbastanza alto.

Si difende bene anche nel gaming grazie ad un comparto hardware discretamente performante. Particolarmente adatto per i giochi casual, va in difficoltà con quelli più impegnativi graficamente.

Batteria e consumi

La batteria è il secondo aspetto meno convincente di Wiko Harry. È un modello da 2500 mAh che garantisce, con utilizzo intenso, solo mezza giornata di autonomia.

LEGGI ANCHE: Recensione Wiko Wim Lite: vale più di quel che costa

Prezzo e conclusioni

Si rifà con il prezzo questo telefono che costa circa 120 euro. Ad una cifra del genere, infatti, è praticamente impossibile trovare qualcosa di meglio.

Wiko Harry: pro

  • Scocca e batteria removibili
  • Design piacevole
  • Hardware discreto
  • Prezzo aggressivo

Wiko Harry: contro

  • Fotocamera principale mediocre
  • Autonomia sotto la media
  • Scocca difficile da rimuovere
  • Speaker in posizione poco fortunata
Summary
Review Date
Reviewed Item
Wiko Harry
Author Rating
31star1star1stargraygray