Home » Recensione Wiko Riff 3: cellulare spartano dal piccolissimo prezzo
Recensioni Recensioni Smartphone

Recensione Wiko Riff 3: cellulare spartano dal piccolissimo prezzo

Wiko Riff 3

Arrivato ormai alla terza generazione, Wiko Riff si mostra come un cellulare estremamente economico, che si colloca nella fascia più bassa del mercato, con un prezzo che non supera i 25 euro. Tale premessa è necessaria ad inquadrare bene il tipo di prodotto di cui stiamo parlando, così da evitare giudizi troppo severi. Il prezzo, infatti, giustifica molti dei limiti di questo Wiko Riff 3, soprattutto a livello di funzionalità presenti a bordo. Come sostituto temporaneo può andare più che bene ma non è lecito aspettarsi prestazioni neanche lontanamente paragonabili a quelle di uno smartphone. E proprio per questo, lo si può consigliare senza problemi a un pubblico giovane o a un’utenza diametralmente opposta come quella degli anziani. È, infatti, particolarmente semplice da usare, offre poche impostazioni, un’autonomia davvero solida e qualche utile gadget come la torcia integrata sul lato superiore. In più, si tratta di un dispositivo dual SIM, aspetto non di poco valore in tale fascia di prezzo. Colorato e leggero, si tiene bene in mano e si infila in tasca con agilità senza doversi preoccupare troppo che possa cadere. Certo, la qualità in capsula non è il massimo, così come il suono che esce dallo speaker posto sul retro. Ma rispetto ad altri modelli analoghi, qui abbiamo anche il Bluetooth.

Design e costruzione

In vendita in vari colori molto accesi, ricorda da vicino i modelli di qualche anno fa, per via della forma allungata e lo spessore non molto sottile. Misura, infatti, 14 mm. Di contro, con un peso di soli 83 grammi, risulta uno dei più leggeri in questa categoria. Il display non è touch e, nella parte inferiore, trova posto una tastiera fisica molto reattiva e precisa. Da segnalare la presenza di un tasto apposito, con una cornice colorata che lo racchiude, per attivare la torcia in qualsiasi momento. Sul lato inferiore, invece, abbiamo la porta USB e l’ingresso audio da 3,5 mm per le cuffie. All’interno, infine, c’è spazio per 2 schede SIM ed una SD per espandere la memoria.

LEGGI ANCHE: Recensione Wiko Lubi 5: ipereconomico, compatto e solido

Display

Wiko Riff 3 si caratterizza per un display da 2.4 pollici a bassa risoluzione e realizzato con tecnologia TN. Proprio per questo, il range dei colori sarà molto limitato ma ne trarrà giovamento la batteria, capace di garantire un’autonomia superiore a qualsiasi smartphone in circolazione.

Software

Anche il sistema operativo appare decisamente retrò, in linea con i telefoni di metà anni 2000. Non per questo, però, si mostra lento o impacciato. Anzi, proprio grazie ad un’interfaccia così semplice, sarà sempre scattante e reattivo. Le funzioni non sono molte ma abbiamo a bordo una comoda Radio FM, la sveglia, un registratore di suoni ed un lettore multimediale. È anche possibile navigare ma solo in 2G. Infine, grazie al Bluetooth, lo possiamo connettere ad altri device senza difficoltà.

Fotocamera

Non c’è molto da dire sulla fotocamera del Wiko Riff 3. Il sensore ha una risoluzione bassissima, appena VGA, che non è in grado di garantire risultati degni di nota. Non manca, comunque, il flash.

Comparto audio

Si è detto che il suono che esce dallo speaker posto sul retro non è il massimo. Appare, infatti, poco definito, gracchiante e con alti predominanti. Un po’ meglio l’ascolto in capsula e la resa durante le chiamate, benché non manchino limiti evidenti.

Batteria e consumi

Sistema operativo semplice, display piccolo e poco definito, assenza di touch screen: ecco alcuni degli aspetti che contribuiscono ad aumentare parecchio la durata della batteria da 800 mAh presente a bordo. Con un uso parco, si arriverà senza problemi a 7 giorni di autonomia.

Prezzo e conclusioni

Come premesso, ci troviamo di fronte un cellulare supereconomico, che punta tutto sulla solidità, sulla compattezza e sulla facilità d’uso. E possiamo dire che per 25 euro è sicuramente un buon affare.

E lo è ancora di più su Yeppon,it. Dai un occhio alle offerte per Wiko Riff 3: puoi spendere ancora meno di così.

Wiko Riff 3: pro

  • Tascabile e solido
  • Presente il Bluetooth
  • Autonomia di una settimana
  • Torcia integrata molto comoda

Wiko Riff 3: contro

  • Audio di scarsa qualità
  • Fotocamera “simbolica”
  • Display limitato nei colori
Summary
Review Date
Reviewed Item
Wiko Riff 3