Home » Recensione Wiko View Prime: discreto medio-gamma con display 18/9
Recensioni Recensioni Smartphone

Recensione Wiko View Prime: discreto medio-gamma con display 18/9

Smartphone Wiko View Prime

A fine 2017 il brand francese Wiko ha sfornato vari smartphone, alcuni dal design molto tradizionale ed altri più ricercati. Il View Prime rientra in questa seconda categoria, soprattutto per via del formato del display, un 18/9 molto snello che rende lo smartphone comodo da tenere in mano e dalle dimensioni abbastanza compatte. Anche la cura nella scelta dei materiali costruttivi ci ha impressionato positivamente così come il solido assemblaggio. Per il resto, siamo di fronte ad un telefono medio-gamma con discrete caratteristiche hardware ma dotato di un display dalla risoluzione troppo bassa.

Il processore che troviamo su Wiko View Prime è un Qualcomm Snapdragon 430, coadiuvato dalla GPU Adreno 308. Non siamo certo al top della potenza ma, in questa fascia di prodotti, è una configurazione più che sufficiente. 4 sono i Gb di memoria ram a disposizione e 64 quelli per l’archiviazione. Il bello è che si possono espandere tramite scheda SD e contemporaneamente utilizzare una seconda SIM, dato che gli slot sono 3.

Design e costruzione

Esteticamente ci è piaciuto molto ed in larga parte dipende dal formato 18/9 del display caratterizzato da angoli stondati che seguono le curve del bordo esterno. Il profilo non è dei più sottili ma la cosa non si nota troppo data la larghezza contenuta della scocca che lo rende molto ergonomico. Il retro è realizzato in metallo e regala al telefono un aspetto decisamente premium.

Il lettore di impronte digitali è posizionato sulla parte posteriore e risulta abbastanza preciso anche se non troppo reattivo. Poco sopra trova posto la fotocamera principale. Sul fianco destro abbiamo il tasto d’accensione ed il bilanciere del volume mentre, sull’altro fronte, i 3 vani per le SIM e la scheda SD. In alto trova posto il jack audio e sotto, infine, la porta USB e lo speaker.

Display

La risoluzione del display è un po’ deludente. Si tratta, infatti, di una HD+, di poco superiore alla classica HD ma inferiore alla FHD che ormai si trova su quasi tutti i telefoni di fascia media. Per il resto, il pannello non è male anche se i colori risultano un po’ spenti e i neri virano con decisione al grigio se lo incliniamo.

Software

Android Nougat è il sistema operativo presente al momento dell’uscita e rimane praticamente invariato rispetto alla propria versione stock. In pratica, Wiko ha personalizzato pochissimo l’interfaccia grafica, inserendo qua e là qualche ritocco. Fra questi, ricordiamo le gesture per il sensore di impronte digitali che ci permettono si compiere varie azioni a seconda del dito che useremo, ampliando di molto il margine di possibilità. Nel complesso, poi, il sistema risulta abbastanza fluido per quanto non sia esente da lag ogni tanto.

Fotocamera

Curiosamente, abbiamo sul retro un solo sensore da 16 Mp mentre, sulla parte frontale, ve ne sono ben 2: uno da 20 Mp e l’altro da 8. Quello posteriore si comporta nella media, regalando scatti discreti solo quando le condizioni di luce sono ottimali. Per il resto, le foto escono un po’ scure ed i colori smorti. Cambia la situazione con la fotocamera frontale per i selfie, non tanto per la maggiore risoluzione, quanto per l’aggiunta di un secondo sensore da 8 Mp che fa veramente la differenza. Questo perché è grandangolare e copre, quindi, un’area maggiore.

Comparto audio e gaming

Senza infamia e senza lode il comparto audio. Lo speaker, infatti, si caratterizza per un volume abbastanza alto ma la resa delle frequenze non è proprio perfetta.

Si difende anche nel gaming, pur non potendo contare su un hardware di prima scelta. Gli effetti principali si vedono nei tempi di caricamento non proprio rapidi.

Batteria e consumi

3000 mAh è la capienza di una batteria che ci ha colpito positivamente, assicurando un’autonomia di un giorno e mezzo con utilizzo molto intenso.

LEGGI ANCHE: Recensione Lenovo K6: smartphone economico, ma completo

Prezzo e conclusioni

Col prezzo siamo intorno ai 250 euro, nel terreno affollatissimo dei medio-gamma. La concorrenza è agguerrita ma, se cercate uno smartphone con display 18/9 senza troppe pretese, Wiko View Prime è una buona scelta.

Wiko View Prime: pro

  • Display da 18/9
  • Bel design
  • Autonomia convincente
  • Fotocamera anteriore efficace

Wiko View Prime: contro

  • Hardware non brillantissimo
  • Display con scarsa risoluzione
  • Fotocamera principale deludente
  • Qualche lag di troppo

 

Summary
Review Date
Reviewed Item
Wiko View Prime
Author Rating
51star1star1star1star1star