Home » Recensione Wiko Wim: design curato e buona fotocamera
Recensioni Recensioni Smartphone

Recensione Wiko Wim: design curato e buona fotocamera

Wiko Wim

Il produttore francese Wiko si sta facendo strada nell’affollatissimo mercato degli smartphone grazie soprattutto a device di buona qualità venduti ad un prezzo aggressivo. Con Wiko Wim, però, la rotta cambia un po’ perché parliamo di un telefono non più di fascia economica ma medio-alta. Si tratta di un terreno inesplorato per Wiko fino a questo momento e forse è anche la ragione per cui lo smartphone è riuscito a metà. Infatti, a fianco di un ottimo hardware ed una fotocamera notevole, pecca nella parte software e nel display.

Come accennato, la potenza a livello hardware non manca. Abbiamo a bordo, infatti, un performante processore Qualcomm Snapdragon 626 in abbinata alla buona GPU Adreno 506. La memoria ram consta di 4 Gb mentre quella interna è da 64. Oltre ad essere espandibile tramite micro SD, quest’ultima può convivere anche con una seconda SIM, essendo ben 3 i vani per le schede presenti nel telefono.

Design e costruzione

All’aspetto risulta abbastanza gradevole, più osservandolo da dietro che frontalmente. La scocca, infatti, è in vetro e appare molto solida. I fianchi, invece, sono realizzati in metallo ma sempre dello stesso colore della cover. Di faccia appare un po’ anonimo e ciò che si nota di più sono le cornici del display non certo contenute. Per essere un 5,5 pollici è decisamente grande, così come non appare particolarmente sottile. Buono, invece, il peso che si ferma a 160 grammi. Nel complesso non è male anche se sarebbe stato più accattivante se fosse stato più compatto.

Nella parte frontale troviamo un tasto fisico con lettore di impronte digitali e supporto alle gesture Android che funziona abbastanza bene. Sul lato sinistro trovano posto i tasti per regolare il volume e lo slot per la scheda SD. Un altro vano si apre sul lato destro e serve a contenere le 2 SIM. Poco più sotto troviamo il tasto d’accensione. In basso, poi, abbiamo lo speaker, il jack audio e l’ingresso USB, purtroppo non Type-C, scivolone abbastanza grave per un device che punta così in alto.

Display

Abbastanza buono il display di Wiko Wim che è da 5,5 pollici e dotato di risoluzione FHD. Si tratta di un pannello AMOLED caratterizzato da colori molto accesi, forse un po’ innaturali. La luminosità, comunque, non manca e risulta perfino troppo elevata al livello minimo.

Software

In vendita con a bordo Android Nougat, l’interfaccia di Wiko non va ad alterarne molto l’aspetto generale. Sono davvero poche le personalizzazioni inserite dalla casa francese e questo, se da un lato regala una soddisfacente esperienza, mette in luce un certo timore nel proporre qualcosa di nuovo. Inoltre, permane qua e là qualche bug di troppo, qualche inceppamento nell’apertura delle app e nella gestione del menù. Confidando che Wiko possa risolvere questi piccoli problemi con un aggiornamento, possiamo giudicare nel complesso il software abbastanza buono.

LEGGI ANCHE: Recensione Wiko Wim Lite: vale più di quel che costa

Fotocamera

Forse questo è il comparto migliore in assoluto, grazie agli ottimi sensori Sony. I 2 sul retro sono da 13 Mp mentre quello frontale da 16 e tutti si comportano bene. La fotocamera principale esegue degli ottimi scatti in condizioni di luce abbondante ed il secondo sensore serve a gestire le foto in bianco e nero oltre a dare l’effetto sfocatura dello sfondo che va tanto per la maggiore al momento. Rimane qualche limitazione nel lato software che, come si è visto, è un po’ il tallone d’Achille del telefono.

Comparto audio e gaming

L’audio è davvero potente e l’unico speaker posto in basso lavora egregiamente. Molto alto è il volume e veramente di buona qualità la resa delle frequenze, anche in vivavoce.

L’hardware permette a Wiko Wim di reggere bene anche i giochi più recenti, regalando una soddisfacente esperienza di gioco. Peccato che tenda a scaldare un po’ troppo sul retro.

Batteria e consumi

Discreta la batteria da 3200 mAh, capace di portarci sempre a fine giornata senza dover ricaricare. Immaginiamo, comunque, che con qualche ottimizzazione software in più, potrebbe godere di un’autonomia maggiore.

Prezzo e conclusioni

Con un prezzo inferiore ai 400 euro, Wiko Wim si colloca a metà strada fra fascia media e top di gamma. Rispetto a ciò che offre è un prezzo più che adeguato.

Wiko Wim: pro

  • Ben costruito
  • Hardware potente
  • Audio di qualità
  • Ottima fotocamera

Wiko Wim: contro

  • Manca USB Type-C
  • Display con qualche difetto
  • Software da sistemare
  • Un po’ troppo grande
Summary
Review Date
Reviewed Item
Wiko Wim
Author Rating
31star1star1stargraygray